28.1.06

Guy Kawasaki: l’arte dello start up




















Guy Kawasaki continua a proporre decaloghi su vari argomenti collegati alla sua professione di venture capitalist ed evangelista. Quello di oggi riguarda lo start up di una nuova azienda (The Art of Bootstrapping):
  1. Concentratevi sul cash flow e non sulla profittabilità. Parole sante: i conti si pagano con i soldi che hai in cassa e non con quelli che guadagnerai a fine anno.
  2. Fate le previsioni partendo dal basso. In altri termini, affermazioni come: “questo mercato vale 150 milioni di pezzi, quindi è sufficiente acquisirne solo l’1% e allora le vendite nel primo anno saranno pari a 1,5 milioni di unità” non hanno molto senso. Ha molto più senso dire: “ho 10 punti vendita, ogni punto può distribuire 10 unità del prodotto/servizio al giorno e lavora per 240 giorni all’anno. Quindi posso arrivare a vendere 24.000 unità”.
  3. Andate sul mercato e fate i testi. Bisogna andare sul mercato il prima possibile per cominciare a fare cash flow e per aver riscontro rispetto alle nostre scelte. Non ha importanza se il prodotto non è perfetto: è sufficiente che sia “abbastanza buono”.
  4. Dimenticatevi del gruppo di lavoro di comprovata esperienza. All’inizio, assumete giovani che costano poco, hanno tanta voglia di fare e si adattano in fretta. Avrete sempre tempo di imbarcare gente con esperienze decennali quando le cose andranno bene e ve lo potrete permettere.
  5. Partite offrendo servizi. Anche se il vostro business consiste nel vendere un prodotto, mentre lo state sviluppando cercate di offrire servizi e consulenza legata a quello che state facendo.
  6. Concentratevi sulle funzionalità. All’inizio lasciate perdere il design e concentratevi sulle funzionalità del vostro prodotto.
  7. Concentratevi sul business. Concentratevi sul core business della vostra azienda e lasciate perdere i fronzoli.
  8. Non assumete più del necessario. “Ogni venture capitalist sogna il momento in cui un imprenditore lo chiamerà e gli dirà che ha bisogno di capitale perché le vendite stanno esplodendo. Purtroppo si tratta di fantasie”, quindi non assumete gente sulla base di previsioni fantastiche.
  9. Vendete direttamente. Qualunque cosa produciate, cercate di venderla on line perché i margini sono più alti e cercate di farlo anche prima di raggiungere i canali di distribuzione tradizionali.
  10. Posizionatevi contro il leader. Toyota ha introdotto la Lexus dicendo che era buona quanto una Mercedes ma costava la metà e non si è troppo preoccupata di spiegare perché. Quindi se fate un lettore mp3 potete posizionarlo con l’alternativa economica all’iPod.
  11. Prendere la pillola rossa. In Matrix, la pillola rossa è quella che prende Neo per sapere la verità preferendola a quella blu che gli avrebbe invece assicurato la continuazione dell’illusione. Un imprenditore non può mai permettersi di prendere la pillola blu: deve sempre scegliere la rossa.