1.2.10

....Servono giovani sorprendenti e geniali ed idee così diverse da segnare un nuovo decennio

di Francesco Iannone


"Servono giovani sorprendenti e geniali ed idee così diverse da segnare un nuovo decennio. 
Servono giovani che costruiscano rischiando di mettere a repentaglio la propria indole sbagliando. 
Servono giovani amanti! Ma come possono questi giovani fare tutto ciò se oggi gli unici obiettivi sono: assomigliare a persone di ...potere, giocare all'esercizio della supremazia, continuare a fingere solidarietà in un "branco" poco solidale, accanirsi con le rare stelle brillanti, giocare con le parole, non accettare che sorprendentemente qualcosa non è proprio così in linea con quanto si pensa, troieggiare, ... Ho tanta voglia di stringere la mano e di sentire per ore ed ore parlare chi davvero ama questo... posto. 
Ho voglia di confrontarmi su di un tavolo di idee e non con chi proprio non è nessuno, con chi non ha fatto nulla e che si ostina a demolire con la propria ignavia, apatia e scarso vigore il vigore di chi ha talento atteggiandosi a professore di filosofia mentre ti guarda con gli occhiali scesi sul naso. 
Ma chi sono questi cacasotto griffati da 2000"euri" che escono come rospi giganti dopo una pioggia? 
E poi tutti eguali: diplomatici, sorridenti, mai diretti, sempre indiretti, permalosi, col pensiero teso a quel pensiero fisso circa la successione, paurosi, apparentemente fieri e sicuri, con molta autostima fuori, con poca autostima dentro. 
Rassomiglia sempre più ad uno zoo circoscritto a Via Sparano dove i più "belli" fanno la staffetta avanti ed indietro senza fermarsi a leggere un libro da Laterza. 
Rassomiglia sempre più ad una staffetta dove l'unico obiettivo è trasferire ai propri figli scarsi messaggi di potere e supremazia individuale che dovranno essere poi corretti dallo psicoterapeuta, il "counsellllllor" familiare, gli psicofarmaci e mille e cinquecento altre cose per aumentare l'autostima: ovunque comunque carente in questi "belli" deambulatori senza libro di Via Sparano. 
Servono giovani ...sorprendenti e geniali ed idee così diverse da segnare un nuovo decennio."